Lorenzo Liurni: Spero che alla fine di tutto si torni in campo per poter festeggiare la salvezza sul rettangolo verde

Ai nostri microfoni è intervenuto Lorenzo Liurni, il quale ha fatto il punto della situazione.

Buongiorno Lorenzo, come va?

“Buongiorno Salvatore, eh come va! È difficile stare a casa soprattutto per uno sportivo, ma in questo momento è necessario questo e dobbiamo rispettare le regole e soprattutto gli altri.”

Siamo in un periodo storico difficilissimo, riusciremo a ripartire?

“Non lo so se riusciremo a ripartire sarà dura secondo me vista la situazione di emergenza in tutto il paese. Ma se dovessimo ripartire dovremmo farci trovare pronti, anche se la salute è più importante dello sport quindi prima dobbiamo sconfiggere questo maledetto virus poi quando tutto è tranquillo si può pensare di tornare in campo.”

Cosa pensi dello stop ai campionati?

“Lo stop ai campionati secondo me è stato giusto poiché stiamo affrontando una grave crisi sanitaria a livello mondiale.”

Come mantieni la forma fisica?

“Sto cercando di mantenere la condizione fisica allenandomi ogni giorno in casa. Non è semplice ognuno di noi fa quello che può, ma fermo riesco a stare quindi trovo sempre il modo di muovermi un po’ e di mantenere alta la concentrazione.”

Un bilancio sulla stagione della Nocerina?

“L’obiettivo di questa Nocerina fin dal primo giorno era quello di salvarsi e prima dello stop eravamo in piena corsa. Sicuramente potevamo fare meglio, visto i punti persi negli ultimi minuti di alcune partite, ma spero che alla fine di tutto si torni in campo per poter festeggiare la salvezza sul rettangolo verde.”

Il gol più bello realizzato fin ora?

Il gol più bello sicuramente è quello realizzato in casa contro la Gelbison, visto che lo ritengo quello più completo. Sicuramente ce sono altri, come le punizioni calciate contro Fasano e Casarano.”

Un messaggio ai tifosi Molossi?

“Tifosi molossi restate a casa e seguiamo le regole che andrà tutto bene. Spero di rivedervi e di rivederci presto un abbraccio a tutti voi e alle vostre famiglie.”