Lettera aperta dei calciatori della Nocerina

Al termine del campionato, ad obiettivo ampiamente acquisito, i calciatori della Nocerina hanno voluto riassumere la stagione attraverso questa lettera.

Ricordiamo, tutti indistintamente, quando tra metà agosto e i primi di settembre abbiamo firmato per la Nocerina. L’erba del San Francesco era alta 1 metro. Un via vai di gente, le prime amichevoli con squadre di Eccellenza o Promozione, facendo una fatica incredibile, il materiale avanzato dagli anni precedenti per allenarci. Gli accordi per la maggior parte di noi erano fino a dicembre, perché non si sapeva se ci fossero le potenzialità economiche per proseguire oltre quel mese; poi è arrivata la partita di coppa Italia contro una corazzata come la Turris. Tutti si aspettavano la classica debacle, 4-5 goal e i soliti “te l’avevo detto”!
Invece facemmo una buona partita, una prestazione di cuore e perdemmo solo 2-1,forse pure immeritatamente.
16 settembre, inizia il campionato. Ricordiamo benissimo le attese, le sentenze prima di mettere palla al centro: questa squadra non farà più di 20 punti, questa squadra a dicembre é già retrocessa. Noi, invece, promettemmo solo una cosa: SUDEREMO SEMPRE LA MAGLIA COME VERI MOLOSSI! Fu questa la nostra unica promessa, NONOSTANTE TUTTO. Mesi interi a girare almeno tre campi a settimana, con borse al seguito; mai una dimora fissa, con l’indecisione del chissà che succede a dicembre. Restiamo, andiamo? Mai una parola fuori posto, sempre concentrati sugli allenamenti e sulla domenica; d’altronde dovevamo mantenere quella promessa, come dei veri MOLOSSI. Tra l’imbarazzo generale e quella sana folle incoscienza che ci ha contraddistinto dall’inizio dell’anno siamo arrivati a novembre terzi in classifica, percependo un solo stipendio. Consapevoli della situazione accettammo di proseguire lo stesso, pur di giocare per la Nocerina e per questa gloriosa maglia. Di solito si arriva alla fine dell’anno con difficoltà nel pagare gli stipendi; noi abbiamo fatto il percorso opposto, accettando dall’inizio di giocare col dubbio di prendere o meno ciò che di diritto ci spettasse, solo per il bene della Nocerina. Per questo un ringraziamento doveroso va fatto a BRUNO IOVINO e al suo STAFF( Felicio Ferraro, Valerio D’Amico, Francesco Belsito, Massimo Scarpa, Francesco Cuomo), perché solo grazie a loro questa BANDA ha iniziato a “suonare”, finche, quasi all’improvviso si interessò alla causa l’avvocato PAOLO MAIORINO, attratto dalla Nocerina e forse anche dai buoni risultati che stavamo ottenendo. Chiaro fin da subito e rassicurandoci sul futuro imminente, ha messo a posto la situazione economica sia nostra che dell’anno precedente e insieme a lui abbiamo continuato questo percorso, arrivando a salvarci matematicamente con 3 giornate d’anticipo. Esatto 3 giornate d’anticipo. Nessuno e sottolineiamo nessuno credeva che questa squadra si sarebbe salvata con così largo anticipo come abbiamo fatto noi, nonostante lo scetticismo che da sempre ci ha accompagnato.
Detto questo, vogliamo concludere ringraziando tutte le persone che ci hanno sostenuto, che hanno davvero creduto in noi in questo difficile percorso. Un ringraziamento allo staff tecnico (mister Viscido,mister Chiancone,mister Torre, il preparatore atletico Luigi Gennarelli e il fisioterapista Luca Imparato). Un grazie ai nocerini, a cui ci rivolgiamo e consigliamo di supportare il presidente che, tenacemente, in pochi mesi ha già fatto tantissimi sacrifici per questi colori e che siamo convinti continuerà a fare per la Nocerina. Infine vogliamo ringraziare dal profondo del cuore quei pochi tifosi che,nonostante la categoria, nonostante le difficoltà di quest’anno, ci hanno sostenuto e incitato sempre. Ve ne siamo davvero grati!

I calciatori della Nocerina